Ginkgo Biloba a cosa serve questa pianta?

ginkgo biloba a cosa serve

Ginkgo Biloba cos'è e a cosa serve?

Il Ginkgo Biloba è una pianta originaria dell'Asia centrale ed è considerata un fossile vivente, resistente al freddo, alla mancanza d'acqua, all'aggressione dei parassiti o sostanze tossiche.
Si è successivamente diffusa anche negli Stati Uniti ed in Europa. Le foglie sono la parte della pianta dove si trovano i principi, mentre i frutti sono tossici, e hanno una tipica forma a ventaglio, detta anche bilobata che richiama ai lobi del cervello.
Il Ginkgo Biloba è una pianta utilizzata per combattere diversi disturbi cerebrali.

I principi attivi del Ginkgo Biloba e gli effetti

Studi recenti hanno mostrato che le foglie di Ginkgo Biloba sono molto ricche di antiossidanti e inoltre che:

  • Contrasta i radicali liberi
  • Migliora il flusso sanguigno
  • Rafforza i vasi sanguigni
  • Contrasta l'aggregazione delle piastrine
  • Migliora l'attività cognitiva, come la memoria e la concentrazione
  • Migliora la pressione degli occhi, in caso di glaucoma

Inoltre le foglie di Ginkgo Biloba viene utilizzato nella cosmesi, come crema antirughe per il viso, e negli integratori per il body building, sempre grazie alla sua azione vasodilatatrice.

Assunzione e dosaggio

In Europa si può facilmente trovare sotto forma di estratto di foglie, da assumere a bisogno per uno o due mesi, con una pausa di 20 giorni tra un trattamento e l'altro.
Quando ci si sottopone ad un trattamento si possono assumere dai 120 ai 240 mg al giorno.
Nel caso in cui si acquisti la tintura madre è sconsigliato superare le 40 gocce al giorno, da assumere con acqua due volte al giorno.
Esistono anche degli integratori in pastiglie o in bustine a base di Ginkgo Biloba di cui è necessario leggere attentamente le istruzioni per l'assunzione e non superare mai le dosi consigliate.

Controindicazioni ed effetti collaterali del Ginkgo Biloba

Il Ginkgo può portare a diverse controindicazioni nei soggetti intolleranti o allergici; nel caso di intolleranza i sintomi sono:

  • Emicrania
  • Nausea
  • Malessere generale
  • Diarrea
  • Insonnia
  • Nervosismo
  • Emorragie
  • Convulsioni

E' sconsigliata l'assunzione di Ginkgo Biloba da parte di donne in gravidanza o allattamento.
Inoltre il Ginkgo interagisce con farmaci anticoagulanti, aumentando il loro effetto, mentre assorbe l'effetto di farmaci antiepilettici, per questo ne è vietata l'assunzione in soggetti che li assumono.

novita prodotto per donne Ginkgo 120 Stem, migliorare le tue prestazioni cerebrali
Ginkgo 120 Stem, migliorare le tue prestazioni cerebrali

Cose Da Donne Logo
© Copyright 2016 - All rights reserved

Le informazioni contenute in questo sito web sono solamente a scopo informativo e non intendono sostituire il consulto da parte di un medico. Le recensioni si basano su materiale ed informazioni di natura generica prese dal sito del produttore e/o fornitore e/o venditore, informazioni reperibili di dominio pubblico e facilmente accessibili sul web. Questo sito web e la gestione di esso NON VENDE i prodotti o i servizi recensiti, NON fa da mediatore.Non è possibile ritenere il sito responsabile riguardo l'accuratezza, completezza o veridicità del materiale pubblicato né per eventuali danni fisici o morali derivanti dall'uso improprio dei contenuti pubblicati. Il sito web non è ne produttore e/o fornitore dei prodotti che recensisce. Ti invitiamo a consultare:

Approfondimenti | Terms and Conditions | Cookies Policy | Webmasters

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy


Accetta